Malattie Cronico-Degenerative

Nel campo delle malattie cronico-degenerative la dott.ssa Dedova utilizza specifici macchinari, assolutamente non invasivi, ma estremante efficaci nel trattamento e nella risoluzione di numerose patologie.

La CRM terapia (brevetto internazionale del prof. Rinaldi e della dott.ssa Fontana) svolge 4 funzioni fondamentali.

1) ottimizzazione neuro-posturale
2) ottimizzazione neuro-psico-fisica
3) attivazione tissutale
4) riprogrammazione motoria

Questi processi avvengono tramite un sofisticato apparecchio, il convogliatore di radianza modulante, che, immettendo nell'ambiente per un breve istante un debolissimo campo radio, attraversa il corpo del paziente attraverso la sua dispersione, generando un riflesso che costituisce una "rappresentazione" dell'organismo; questa viene convogliata al sistema nervoso tramite il contatto dell'elettrodo-sonda con i punti dell'orecchio, o del resto del corpo.

Riepilogando: ogni organo e apparato è pilotato dal sistema nervoso, il quale deve garantire la sopravvivenza dell'organismo. in situazioni di pericolo o trauma, esso mette in atto delle strategie di emergenza, e queste comportano limitazioni e sintomi (malattie). Una volta superato il pericolo, può accadere che il sistema nervoso non esca dalla fase di emergenza, e gli automatismi di emergenza non vengano disattivati, con la conseguente permanenza dei sintomi. la terapia ripristina il corretto controllo del sistema nervoso sull'organismo, eliminando gli automatismi patologici. La CRM terapia induce il sistema nervoso all'autocorrezione.

Matrix - Rigenera la matrice extracellulare

Un altro aspetto interessante dell’attività della dottoressa Dedova è l’uso del Matrix

Si tratta di un’apparecchiatura decisamente innovativa e dalle molteplici funzioni, il cui utilizzo è funzionale ad un particolare parametro che è il pH. Quando il paziente presenta uno stato di iperacidosi, questo stato segnala un’infiammazione della Matrice Extracellulare. Quest’ultimo è l’ambiente che circonda tutte le cellule, e può caricarsi di sostanze tossiche, le quali incidono negativamente sulla funzionalità degli organi e quindi sullo stato di salute.

La terapia con il Matrix si articola sulla sinergia di 3 distinti interventi: 
  1. Trattamento ad impulsi con corrente continua;
  2. Suzione Petecchiale;
  3. Terapia d'informazione del sistema.
Il suo scopo è quello di ripulire e rigenerare la Matrice Extracellulare dalle tossine, e rimetterle in circolo per essere drenate, poiché per il buon funzionamento biologico sia la matrice sia le cellule devono essere il più possibile libere da radicali liberi e sostanze tossiche. 

Il Matrix svolge una triplice azione: 
  • riattiva i tessuti;
  • attiva i sistemi di bio-feedback;
  • riattiva il corretto metabolismo extra ed endo cellulare.

Inoltre agisce sul DNA cellulare, precisamente quella porzione epigenetica normalmente silente che viene attivata o repressa da sostanze dannose. La sua azione di riequilibrio, anche tramite la rimodulazione della biofrequenza tipica di ogni singolo organo, ha una straordinaria azione anti-aging, rende i tessuti tonici svolgendo un'azione straordinaria di rinnovamento cellulare.

Un ulteriore macchinario, il Body Cleaner-Dx, risulta essere un’eccellente dispositivo utile all’eliminazione delle tossine. Si basa sul principio che, a causa dell’inquinamento ambientale, dei ritmi di vita irregolari e di un’alimentazione spesso squilibrata nel suoi nutrienti, il corpo si intossica e produce una gran quantità di cariche positive che si accumulano e si depositano nei tessuti. 

I principi fisici su cui si basa il processo di disintossicazione sono 2: 
  1. elettrolisi dei Sali contenuti nella vaschetta (ionizzazione dell’acqua);
  2. osmosi (passaggio degli ioni in eccedenza, tossine del tessuto del corpo all’acqua della vaschetta).
Vengono lasciati in immersione nella vaschetta per alcuni minuti le mani o i piedi, ed a seconda della colorazione (più o meno scura) dell’acqua si valuterà il livello di intossicazione.

Per concludere, risulta evidente un approccio tradizionale alla cura del paziente, che si arricchisce in misura profonda dei risultati delle scoperte scientifiche più recenti, passando attraverso un aggiornamento costante ed un’attenzione particolare nei confronti delle tecnologie mediche.

Test Vegamed Matrix apparecchiatura di biorisonanza | Naturopataonline

Ogni organo e tessuto ha una sua frequenza che, con il passare del tempo, si allontana da quella fisiologica propria. Attraverso la risonanza vengono trasmesse frequenze in grado di influenzare positivamente il funzionamento di organi e tessuti. Il Matrix raccoglie le frequenze del corpo trattato e le restituisce alla frequenza ottimale tipica dell’organo bersaglio armonizzandola e stimolando i processi di guarigione.

Indicazioni

Tutte le malattie cronico degenerative di ogni organo, dolore, allergie e malattie resistenti alla medicina tradizionale.

Effetti collaterali

L’apparecchiatura è esente da effetti collaterali di rilievo. Fondamentalmente possono comparire arrossamenti della pelle, stanchezza e peggioramento iniziale. Il motivo è da imputare alle tossine rimosse dalla matrice stessa e che entrano in circolo e successivamente espulse dagli organi emuntori, intestino, rene, cute, polmone e fegato.

Controindicazioni

Le controindicazioni sono rappresentate, come in tutte le apparecchiature elettromedicali, dalla gravidanza e dai portatori di pacemaker, insufficienza epatica.

Come è fatto il Matrix

L'apparecchiatura è costituita da un’unità centrale sede dell’elettronica e dei comandi principali. Ai suoi lati sono presenti dei pozzetti per trasferire al paziente frequenze aggiuntive come vedremo in seguito. Al cuore del Matrix si affiancano l’unità alimentatrice e l’unità Vacuum. È previsto un collegamento singolo al materassino su cui s’innestano i quattro elettrodi che andranno collocati rispettivamente sulle caviglie e sui polsi del paziente rispettando le polarità indicate. Infine è possibile utilizzare due sonde differenti secondo il punto da trattare, una piccola (adatta per superfici più delicate) e una grande per il trattamento della maggior parte del corpo.
Il Vegamed Matrix è un’apparecchiatura facile da montare. I collegamenti da eseguire sono pochi e assistiti dall’ottimo processo d’ingegnerizzazione. Anche senza leggere il manuale è possibile collegarlo senza difficoltà. Ogni cavo è dotato di un apposto sistema di fissaggio riconoscibile dal colore e dal simbolo sull’apparecchio.  In caso di errato collegamento gli spinotti non s’inseriscono.

Come si usa: l’elettronica ed i programmi

L’interfaccia è rappresentata da un display touch screen. Da qui si accede ai vari programmi:
  • Base: trattamento della schiena analogo al vega MRT
  • Base plus: trattamento della schiena + informazioni VDS (memorizzate) + frequenze d’organi (possibilità di selezione).
  • Programmi speciali: trattamenti di zone specifiche + informazioni VDS/frequenze d’organi.

I programmi

A seconda dell’applicazione, è possibile selezionare fino a 3 programmi di riequilibrio:
  • Supporto d'organo - Supporto del S.N.C.
  • Attivazione surreni - Supporto tissutale
  • Supporto cellulare - Modulazione del sistema immunitario
  • Supporto del sistema linfatico - Supporto dell’apparato circolatorio
  • Supporto del sistema ormonale - (generale, maschile, femminile)
  • Drenaggio - Regolazione metabolica
  • Frequenze d'organo

A seconda dell’applicazione, è possibile selezionare fino a 3 frequenze d’organo:
  • Arterie - Vescica
  • Bronchi - Grosso intestino
  • Intestino tenue - Duodeno
  • Cistifellea - Produzione di bile
  • Cuore - Riequilibrio ormonale
  • Fegato - Sistema linfatico
  • Stomaco - Polmoni
  • Muscoli - Nervi
  • Vene - Reni
  • Surreni - Pancreas
  • Tiroide - Timo
  • Ghiandola pineale - Sistema limbico
  • Ipotalamo - Ghiandola pituitaria
  • Talamo

Sul lato sinistro del Matrix sono presenti dei pozzetti: il pozzetto conduttore INPUT per trasferire al paziente terapie aggiuntive (nosodi, fiori di Bach, omeopatici, ecc.); il pozzetto conduttore per memorizzare la terapia su Si-Card o Nomabit base.

Come si esegue il trattamento con il Vegamed Matrix

Fare stendere il paziente sul materassino in dotazione che contiene un elettrodo integrato che lavora per induzione ed amplificala terapia B.l.T. sull’organismo. Fissare gli elettrodi (dopo averli puliti con alcool) e selezionare il programma desiderato. L’apparecchio guiderà l’operatore durante tutto il trattamento, scandendo i tempi e direzione del trattamento. È opportuno fare prima un’operazione di "palper rouler"  per verificare la reattività della loggia energetica di pertinenza.  La durata varia a seconda del programma con una media di circa venti minuti. Le sedute raccomandate medie sono 6.

Che effetto ha sul paziente

Il trattamento, effettuato in prevalenza sulla schiena, è piacevole e non doloroso. In caso di fastidio durante la suzione sarà sufficiente avvisare il terapista che abbasserà la forza di suzione dell’apparecchio attraverso l’apposita manopala di regolazione. L’effetto della suzione è visibile. La pelle si arrossa. L’effetto di scollamento è facilmente percepibile con la sensazione di maggiore leggerezza e mobilità delle pelle e delle fasce muscolari. A seconda dei casi è possibile percepire un senso di calore o formicolio sulla zona trattata. Si raccomanda di bere molta acqua dopo il trattamento ed anche il giorno successivo. Infatti si verificheranno minzioni più frequenti ed abbondanti con urine più scure (effetto drenante).
In alcuni casi si possono verificare lievi cefalee subito dopo il trattamento. E’ normale ed è indice dell’efficacia del Matrix nel rimuovere le tossine dalla matrice e rimetterle in circolo per poi essere eliminate.



Un apparecchio fantastico. Lo studio che sta alla base del Matrix è frutto di anni di ricerca scientifica ad opera dei più eminenti studiosi.” è il commento di un amico medico con cui abbiamo testato il Matrix “Difficile spiegare la complessità dei meccanismi che governano questo apparecchio”. 

La Vegamed in questa ultima evoluzione è riuscita sapientemente a creare un apparecchio di facile ed intuitivo utilizzo. Per essere sfruttato al meglio è richiesta una buona competenza in tema di medicina energetica e biorisonanza. I risultati ottenibili con il Matrix sono di sicuro interesse non solo nell’ambito di maggior efficacia (degenerazione ), ma perfino in casi acuti (infiammazione).

Il Matrix è distribuito in Italia dall’azienda che per prima ha introdotto sul mercato apparecchiature di biorisonanza: La Named di Lesmo.

Richiedi maggiori informazioni

Dove siamo

Torna su